Condividi

Come riconoscere la ciclotimia

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come riconoscere la ciclotimia

La ciclotimia è caratterizzata dalla prevalenza di uno stato d'animo con sbalzi che vanno dall'euforia (sintomi ipomaniacali) fino al senso di tristezza profonda (sintomi depressivi). Questo disturbo spesso comincia nell'adolescenza o all'inizio dell'età adulta e il suo avvio è spesso progressivo, cresce lentamente fino a raggiungere la cronicità. La ciclotimia fa parte di ciò che chiamiamo disturbi dello stato d'animo o dell'umore. Per poter eseguire una diagnosi adeguata è di estrema importanza consultare un medico specialista per stabilire le cure pertinenti, in base alle caratteristiche del caso. Di seguito ti spiegheremo come riconoscere la ciclotimia.

Potrebbe interessarti anche: Come riconoscere uno psicopatico
Passi da seguire:
1

Stato d'animo. La ciclotimia è caratterizzata da uno stato d'animo in continuo cambiamento, passando da periodi di euforia fino a periodi di tristezza, con estrema rapidità. È importante tenere a mente che i sintomi ipomaniacali (euforia) e i sintomi depressivi (tristezza) non sono sufficientemente determinanti per ciò che riguarda il tempo, la gravità e il numero: potrebbero costituire, rispettivamente, una situazione ipomaniacale o depressiva più grave.

2

Sintomi ipomaniacali. La persona presenta uno stato d'animo esageratamente elevato, euforico e irritabile per un certo periodo di tempo. Le caratteristiche principali che tendono a presentarsi in questi casi sono: autostima elevata ed esagerata, diminuzione della necessità di dormire senza che questo provochi una diminuzione dell'energia, linguaggio logorroico, mancanza di coerenza nei discorsi che rispecchia una disorganizzazione del pensiero. C'è anche un aumento dell'attività psicomotoria.

3

Sintomi depressivi. La persona sperimenta uno stato d'animo caratterizzato da tristezza. Vi sono anche: perdita di interesse per le attività che prima piacevano, aumento o perdita di peso, insonnia o ipersonnia (necessità costante di dormire). Allo stesso tempo, è possibile notare un aumento o rallentamento psico-motore, vale a dire che sarà in continuo movimento o agirà in maniera lenta. È comune che la persona si senta stanca, priva di energia e provi sentimenti di inutilità e sottovalutazione.

4

Durata. Per poter stabilire che si tratta di ciclotimia è necessario che la durata della stessa sia di almeno due anni, durante i quali non siano accaduti episodi depressivi più gravi, episodi maniacali o misti. Se per due mesi consecutivi i sintomi scompaiono, non siamo di fronte a ciclotimia. Per questo, è di vitale importanza consultare un medico specializzato per una diagnosi adeguata.

5

Esclusioni. Se gli sbalzi dello stato d'animo sono dovuti a sintomi secondari di una patologia medica o ad altri disturbi, non siamo di fronte a ciclotimia. È inoltre importante chiarire che questa considerazione vale anche per gli effetti collaterali del consumo di sostanze o per i disturbi psicotici.

6

Vita quotidiana. La ciclotimia genera un deterioramento della vita della persona, soprattutto negli ambiti lavorativo, sociale e familiare. La persona che soffre di tale disturbo sperimenta gradualmente la difficoltà ad affrontare situazioni quotidiane a causa della patologia. È così questo malessere si radica in modo da peggiorare i vari aspetti della propria quotidianità.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come riconoscere la ciclotimia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Salute mentale.

Scrivi un commento su Come riconoscere la ciclotimia

Ti è piaciuto l'articolo?

Come riconoscere la ciclotimia
Come riconoscere la ciclotimia

Torna su