Condividi

Come curare l'enterite cronica

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come curare l'enterite cronica

L'enterite cronica è l'infiammazione di carattere cronico dell'intestino tenue. È nota anche come catarro cronico dell'intestino.Le cause della sua insorgenza sono le stesse dell'enterite acuta, anche se può apparire a causa di malattie croniche del metabolismo della persona, come ad esempio la dispepsia o la cirrosi epatica.Alcuni dei sintomi che appaiono in caso di enterite cronica sono la presenza dei dolori addominali forti e di lunga durata, l'inappetenza, l'amaro in bocca e la diarrea tra gli altri. Quest'ultimo è il più importante sebbene sia meno comune di quanto non sia nell'enterite acuta. Inoltre in questo caso si può alternare con periodi di stitichezza.Di seguito ti raccontiamo come curare l'enterite cronica, vedrai che il trattamento è diverso rispetto a quello dell' enterite acuta.

Avrai bisogno di:
Potrebbe interessarti anche: Come curare le feci verdi
Passi da seguire:
1

Come nell'enterite acuta, bisogna stare 48 ore a digiuno. In questo caso, solo è consentito bere acqua con succo di limone.

2

La persona deve coprirsi bene, soprattutto dal ventre fino ai piedi. Prima di coricarsi alla sera è necessario mettersi una fascia idroterapica tiepida, che poi si toglie al risveglio.

3

Tutte le mattine al risveglio va tolta la fascia idroterapica e successivamente si fa un bidet su cui si applica un massaggio più insistente che nel caso dell'enterite acuta.

4

Dopo il bagno si farà un clistere con 12 cucchiai d'acqua a 18º C. Dopo essersi scaricati, si farà un altro clistere con 5 cucchiai d'acqua a 12º C.

5

Successivamente, la persona deve diventare fare un bagno generale di 20 minuti. Seguito da un impacco generale di circa 30 minuti e poi vanno applicati dei getti d'acqua nel ventre e nei reni.

6

Se si vuole pulire l'intestino e lo stomaco, occorre prendere una tisana che si prepara con i fiori del sambuco e un cucchiaino di finocchio per due bicchieri d'acqua. Bisogna prendere questa tisana per due giorni consecutivi, e il suo effetto si vedrà tra le 12 e le 30 ore. Passato questo tempo, scompariranno le coliche e aumenteranno le evacuazioni degli escrementi.

7

Per evitare la fermentazione dello stomaco e dell'intestino, occorre prendere due o quattro cucchiai della tisana preparata a base di salvia o rosmarino. La si deve prendere due volte al giorno, una la mattina a digiuno e l'altra la sera prima di coricarsi.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare l'enterite cronica, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come curare l'enterite cronica

Ti è piaciuto l'articolo?

Come curare l'enterite cronica
Come curare l'enterite cronica

Torna su