Condividi

Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 20 settembre 2017
Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia

La chemioterapia è uno dei trattamenti più diffusi nella lotta contro il cancro, tuttavia, trattandosi di una cura nella quale potenti medicinali chimici vengono riversati nel sangue per ridurre le cellule cancerose, gli effetti collaterali sono spesso importanti. Per migliorare la qualità della vita di questi pazienti, su unCome.it ti forniamo alcuni suggerimenti su come mitigare gli effetti indesiderati della chemioterapia.

Passi da seguire:
1

Quando ci si sottopone a un trattamento di chemioterapia, il medico spesso spiega nel dettaglio tutte le implicazioni e effetti collaterali dello stesso. È molto probabile che in questa fase vengano prescritti anche farmaci per contrastare reazioni come nausea e vomito, che tendono a essere presenti durante la chemio.

Tuttavia, al di là della cura medica, alcuni cambiamenti nelle abitudini aiutano a ridurre gli effetti secondari della chemioterapia e a sostenere meglio il trattamento.

2

Per evitare episodi di nausea e vomito, che sono tra gli effetti collaterali più frequenti della chemioterapia, è auspicabile apportare alcune modifiche nella dieta, ad esempio:

  • Evitare i cibi difficili da digerire; in questo modo ti sentirai molto più leggero e ridurrai al minimo la possibilità di disturbi allo stomaco.
  • Ridurre le quantità delle porzioni di cibo e fare più pasti al giorno. In questo modo eviterai la comparsa di nausea e disturbi e allo stesso tempo potrai nutrire adeguatamente l'organismo. È importante scegliere cibi sani e leggeri, ad esempio carni magre, pesce, verdure cotte, ecc.
  • È necessario tenersi ben idratati, cercando di bere liquidi freddi, perché riducono il senso di nausea. Bevi piccoli sorsi di liquidi freddi nel corso della giornata. Può essere utile anche succhiare un cubetto di ghiaccio.
  • Se non desideri mangiare, puoi bere succhi di frutta o zuppe per assimilare i nutrimenti necessari. Inoltre in assenza di fame è importante consultare il medico per valutare l'apporto di vitamine che ti aiutino a migliorare l'appetito.
  • Dopo pranzo cerca di riposare, preferibilmente seduto, per favorire la buona digestione.
3

Un altro degli effetti indesiderati della chemioterapia è la diarrea, a causa dei disturbi gastrici causati dal trattamento. Le raccomandazioni precedenti possono aiutare a evitarla, ma se ciononostante si manifesta, è importante seguire questi consigli:

  • Apporta dei cambiamenti nella dieta per far fermare la diarrea. Nel nostro articolo su "come mangiare quando ho diarrea" trovi opportune raccomandazioni in materia di alimentazione.
  • È essenziale mantenersi idratati per evitare che il corpo s'indebolisca e si disidratati. L'acqua, il siero fisiologico liquido e le bibite isotoniche sono ideali per combattere questo problema.
  • Inoltre, è importante non prendere alcun medicinale per la diarrea senza prima consultare il medico, perché potrebbe interferire con la chemioterapia o generare una reazione indesiderata.
4

La mucosite, un'infezione che interessa l'interno della bocca, la gola e la mucosa stomacale e che si manifesta attraverso diversi sintomi, è uno degli effetti secondari della chemioterapia che può generare maggiori disturbi per il paziente. Pertanto, se ti accorgi di avere la mucosite, ti diamo alcuni consigli che aiutano ad alleviarla:

  • Evitare o eliminare dalla dieta cibi molto salati come prodotti essiccati, sottaceti o insaccati, perché aumentano la sensazione di bruciore e disagio.
  • È inoltre opportuno evitare gli alimenti molto conditi e gli agrumi, che contribuiscono a irritare ulteriormente l'area colpita.
  • Scegli alimenti morbidi, facili da masticare e ingoiare. La cosa più auspicabile è consumarli sempre tiepidi per evitare il dolore.
  • Ricordiamo che i liquidi freddi aiutano a migliorare questi disturbi. Evita le bevande calde.
  • È molto importante in caso di mucosite curare al massimo l'igiene orale. Fare sciacqui orali 3 o 4 volte al giorno è auspicabile per evitare infezioni. Allo stesso modo, si raccomanda l'uso di dentifrici dal sapore delicato per ridurre l'irritazione e di spazzolini a setole morbide.
5

Poiché la chemioterapia comporta l'indebolimento del sistema immunitario, i pazienti sono più soggetti al rischio d'infezioni. Per evitare la trasmissione di malattie o virus che compromettano la nostra salute, è auspicabile:

  • Lavarsi le mani quotidianamente e accuratamente, soprattutto se si starnutisce, dopo essersi recati alla toilette e prima di mangiare.
  • Se intorno vi sono persone con virus o malattie contagiose, è auspicabile limitare il contatto e utilizzare mascherine quando questi si trovano nelle vicinanze, in modo da prevenire il contagio.
  • Se hai tagli o ferite, è indispensabile che disinfettarli subito e in modo adeguato, lavandoli con acqua tiepida e sapone neutro e poi applicando un antisettico. Bisogna curare con attenzione le ferite per evitare infezioni. Se il loro aspetto, peggiora consultare il proprio medico.
6

Stanchezza e anemia sono due degli effetti secondari della chemioterapia più frequenti. Per alleviarli è importante:

  • Riposarsi adeguatamente, dormendo almeno per 8 ore. Se questo non è possibile, è importante fare piccoli riposi nel corso della giornata per recuperare le forze.
  • Come indicato al punto 2, nutrirsi bene è fondamentale, soprattutto in caso di anemia. Una dieta ricca ferro aiuta a migliorare la salute e recuperare le energie.
  • Lo stress, la depressione e l'angoscia sono fattori che influiscono in modo decisivo sullo stato di salute del paziente, facendolo sentire stanco: per questo, anche se sembra contraddittorio, è fondamentale mantenersi attivi per migliorare lo stato fisico e mentale. Svolgere attività a come camminare, fare yoga, pilates, meditazione, andare in bicicletta o nuotare aiuta a liberare endorfine, migliora l'umore e attenua la stanchezza.
  • Inoltre, bisogna farsi aiutare nelle faccende quotidiane, specialmente in quelle di casa, nel prendersi cura dei figli o qualsiasi altro compito che richieda molte energie. Questo è fondamentale per mitigare la stanchezza.
7

Su unCome trovi anche il nostro articolo su come superare la chemioterapia: consultalo per trovare soluzioni alternative che ti aiutino a migliorare la qualità della vita. Ricorda inoltre che, se il tuo stato psicologico è molto compromesso, puoi unirti a gruppi di supporto che ti aiuteranno a migliorare lo stato d'animo e far fronte a questo processo in modo più positivo.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia

Ti è piaciuto l'articolo?

Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia
Come attenuare gli effetti secondari della chemioterapia

Torna su