Condividi
Condividi in:

Come usare e cosa sono le perifrasi verbali

Come usare e cosa sono le perifrasi verbali
Immagine: mensajeybotella.blogspot.com

Nel sintagma verbale di ogni frase, il nucleo centrale è il verbo. Tuttavia, in alcuni casi il verbo non viene presentato nella sua forma semplice, ma è costituito da diversi verbi associati tra loro. È questo il caso delle perifrasi verbali che agiscono da nucleo centrale in alcuni sintagmi verbali. Se vuoi sapere esattamente come usare e cosa sono le perifrasi verbali, nel presente articolo di unCome.it, te lo spieghiamo per filo e per segno.

Potrebbe interessarti anche: Come usare il congiuntivo
Istruzioni:
1

La perifrasi verbale può essere definita come l'unione di due o più forme verbali che unite funzionano come un'unità verbale. È formata da un verbo ausiliare coniugato, un elemento che funge da collegamento e un verbo non coniugato (gerundio, infinito, participio) che apporta alla frase il suo significato essenziale.

Esempio: Ho da fare i compiti.

2

Talvolta, possono apparire due ausiliari, il secondo dei quali è in forma impersonale.

Esempio: Il governo sta avendo sempre più consenso.

3

Le perifrasi servono per marcare alcune caratteristiche dell'azione del verbo che non possono essere espresse dalle forme semplici o composte del verbo. Esistono diversi tipi di perifrasi, che analizzeremo a seguire.

4

Il primo tipo di perifrasi sono le modali. Sono quelle che informano sull'atteggiamento del parlante rispetto all'azione verbale. Le perifrasi possono essere di: obbligo, probabilità e possibilità.

5

Esempi dei diversi tipi di perifrasi modali:

  • OBBLIGO: Avere da/Essere costretto a/Essere obbligato a/Avere l'obbligo di: Sono obbligato a licenziarti.
  • PROBABILITÀ: Poter essere: Può essere che sia così.
  • POSSIBILITÀ: Potere: Sono certo che puoi farlo.
6

Il secondo tipo di perifrasi sono le aspettuali. Queste ultime informano sullo sviluppo dell'azione verbale. I tipi sono: imminenziali (azione imminente), incoative (azione all'inizio), frequentative (azione abituale), reiterative (azione ripetuta), continuative (azione in via di sviluppo) e terminative (azione finita).

7

Alcuni esempi di perifrasi aspettuali:

  • IMMINENZIALI: Accingersi a/Stare per/Essere sul punto di: Sta per piovere.
  • INCOATIVE. Mettersi a/Cominciare a/Iniziare a/Scoppiare a/Apprestarsi a: Mi misi a saltare di gioia non appena mi comunicarono la bella notizia.
  • FRECUENTATIVE Essere solit* a: Sono solito andare in piscina la domenica.
  • REITERATIVE: Tornare a/Riprendere a: Tornerà a sciare dopo l'incidente.
  • DURATIVE: Stare/Andare/Venire gerundio/Continuare a infinito: Sta valutando diverse opzioni.
  • TERMINATIVE: Smettere di/finire di/terminare di/arrivare a/cessare di: Ha smesso di fumare tre mesi fa.
8

Se desideri leggere altri articoli simili a Come usare e cosa sono le perifrasi verbali, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Formazione.

Consigli
  • Per saperne di più, consulta un qualsiasi manuale di grammatica italiana.
Commenti (0)

Scrivi un commento su Come usare e cosa sono le perifrasi verbali

Ti è piaciuto l'articolo?

Scopri video interessanti
Succo di frutta fatto in casa
Disegna i Manga
Minions
Imparare a farsi il nodo alla cravatta
Come usare e cosa sono le perifrasi verbali
Immagine: mensajeybotella.blogspot.com
Come usare e cosa sono le perifrasi verbali