Condividi

Come prendere appunti all'università

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come prendere appunti all'università
Immagine: elcrisoldeciudadreal.es

Per molti studenti i primi giorni di università rappresentano un cambiamento molto grande riguardo ai metodi di studio a cui erano abituati. Raramente si dettano gli appunti, non ci sono più libri di testo da seguire a puntino e bisogna sapere distinguere tra l'essenziale e il superfluo delle lezioni magistrali dei docenti. Per questo motivo, su unCome.it ti diamo alcuni consigli su come prendere appunti all'università.

Potrebbe interessarti anche: Come essere più tollerante
Passi da seguire:
1

Mettiti in una buona posizione. Se sei in aula grande, siediti dove senti bene il docente e si veda bene la lavagna. Se ti metti troppo lontano passerai più tempo del dovuto a chiedere al collega di fianco che cosa ha detto il professore, una situazione che potrebbe danneggiare i tuoi appunti.

2

Metti la data agli appunti di ogni lezione. Ti sarà più facile quando andrai a cercare ciò che è stato detto in quella lezione o in questo o quel giorno della settimana.

3

Se non hai un quaderno per prendere gli appunti all'università, numera i fogli, soprattutto se stai usando fogli volanti. Non citiamo nemmeno il mal di testa che ti puoi risparmiare con degli appunti numerati se si sparpagliano per terra dopo una ventata d'aria.

4

Buona organizzazione e calligrafia. Se stai prendendo appunti con una penna cerca, per quanto possibile, di curare la calligrafia anche se dopo li ricopi in bella. Non è indispensabile, ma non sarebbe nemmeno bello che, arrivando a casa ti rendessi conto, rileggendoli, di non capire la tua scrittura. Se il professor va troppo di fretta e non vuoi perdere un dettaglio di ciò che dice, puoi usare abbreviazioni e simboli per alcuni termini, anziché scarabocchiare parole inintelligibili.

5

Simboli da evidenziare. È molto tipico che alcuni insegnanti dicano: "questa è domanda di esame" o "io farei attenzione a questo tema se fossi in voi". Conviene appuntare tutto ciò con qualche simbolo come punti esclamativi o annotazioni di un altro colore, perché ci indicheranno cosa preparare meglio per l'esame e ciò sarà molto utile al momento di ripassare gli appunti di università.

6

Scriverli in bella. Se li hai scritti a mano, è opportuno passare gli appunti al computer, per studiarli più agevolmente. Inoltre, mentre li riscrivi stai già ripassando, quindi non smette di essere un buon esercizio per assimilare le conoscenze. Inoltre, se hai preso gli appunti in classe direttamente con un computer, puoi sempre chiarire e migliorare la formulazione, organizzare i paragrafi, aggiungere nuovi concetti, ecc. E, molto importante, una volta che li avrai copiati in bella, puoi riassumere i concetti e fare schemi.

7

Chiarire i dubbi. Non restare con dei dubbi per la vergogna di parlare in pubblico o di andare dal professore dopo la lezione. A volte capire o meno una nozione fondamentale segna la differenza tra consegnare un compito completo o bocciare a un esame.

8

Cartellette e raccoglitori. Organizza gli appunti dell'università meglio che puoi, sia con carpette o raccoglitori. Meglio se lo fai con fogli volanti che poi puoi ordinare a tuo piacimento, piuttosto che in quaderni dove ci sono appunti di tutte le discipline. Una buona organizzazione ti risparmia tempo e impegno e rende lo studio più facile.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendere appunti all'università, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Formazione.

Scrivi un commento su Come prendere appunti all'università

Ti è piaciuto l'articolo?

Come prendere appunti all'università
Immagine: elcrisoldeciudadreal.es
Come prendere appunti all'università

Torna su