Condividi
Condividi in:

Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente

Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente

L'acqua è un elemento imprescindibile per la vita, come lo è l'aria che respiriamo. E, tuttavia, sembra si attribuisca più importanza, a volte, a temi come lo strato di ozono o il riscaldamento globale che all'inquinamento che subiscono fiumi, mari, laghi e falde acquifere, che può essere parimenti mortale. Se vuoi sapere come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente, te lo spieghiamo in questo articolo di unCome.

Potrebbe interessarti anche: Come studiare anatomia

L'acqua, un bene prezioso

L'essere umano è composto da acqua per il 70% e viviamo in un pianeta i cui tre quarti della superficie sono acqua, anche se solo il 2,5% del totale dell'acqua è dolce (e gran parte di essa sotto forma di ghiaccio ai poli). Né piante né animali possono vivere senza acqua, e le persone muoiono prima se smettono di bere che se non mangiano. In altre parole, dobbiamo curare le nostre riserve idriche come un patrimonio prezioso per la vita. Se le riempiamo di inquinamento e le rendiamo inutilizzabili per il consumo, causeremo un danno immenso all'ecosistema e a noi stessi.

Cause dell'inquinamento

L'acqua può essere inquinata da accumuli di spazzatura comune, sia accumulata dalle correnti che trascinano rifiuti per chilometri o per fuoriuscite di grandi quantità in alcuni singoli punti. Alcuni oggetti come le lattine e le bottiglie di plastica tendono ad accumularsi sulla superficie, provocando autentiche isole galleggianti di rifiuti.

L'inquinamento prodotto dagli scarichi di acque reflue fa sì che l'acqua si riempia di batteri ed elementi tossici altamente inquinanti, sia per i terreni che per il consumo. Per questo, è necessario rigenerarli attraverso stazioni di depurazione che evitano l'inquinamento dell'ambiente e consentono anche di riutilizzare queste acque, per esempio per irrigazione delle colture.

Molto importante è anche l'inquinamento provocato dagli scarichi incontrollati delle industrie ai corsi d'acqua. Anche se è un problema che si sta cercando di risolvere e comporta forti sanzioni, la verità è che dalle origini della rivoluzione industriale ci sono stati scarichi verso i fiumi e mari che hanno provocato danni, e ancora oggi ce ne sono. A volte la contaminazione dei fiumi avviene per il deflusso, quando l'acqua piovana tirato fino al canale composti chimici e fertilizzanti.

Non dobbiamo dimenticare gli incidenti di navi e grandi imbarcazioni in mare, come quello del Prestige lungo le coste galiziane un decennio fa, che provocò il versamento di tonnellate di olio in mare, con il conseguente grave danno per l'ecosistema marino dell'ambiente per anni.

Inoltre, l'acqua può essere inquinata anche in modo naturale, seguendo il suo ciclo. A volte può entrare in contatto diretto con sostanze minerali e organiche che la inquinano, presenti sia sulla crosta terrestre che nell'atmosfera.

Conseguenze

L'accumulo di plastica e altri rifiuti può essere molto dannoso per la fauna marina. Gli animali possono mangiarli accidentalmente o ferirsi. Persino gli anelli di plastica delle confezioni delle lattine possono essere una trappola mortale per alcuni animali, che possono restare intrappolati.

Una conseguenza diretta dell'inquinamento delle acque, sia dei fiumi che dei laghi come i mari, è l'entrata degli elementi tossici nella catena trofica. L'essere umano, trovandosi alla fine della catena, può finire per ingerire grandi quantità di metalli pesanti che vanno accumulandosi da animali ad animali, quindi si raccomanda di non abusare del consumo di tonno o di pinne di squalo, per esempio. D'altro canto più contaminata è l'acqua da tali composti tossici e molto probabile è che questi elementi evaporino e si trasformino in piogge acide.

Un'acqua contaminata può portare all'eliminazione di specie complete per mancanza di ossigeno, diventando un ambiente completamente ostile per la vita di piante e animali acquatici.

L'isola di spazzatura del Pacifico

Nota anche come "grande chiazza di immondizia" del Pacifico, si tratta di un enorme accumulo di rifiuti marini situata nel nord del Pacifico, tra le coordinate 135° a 155° O e 35° a 42° N. Ha quasi un milione e mezzo di chilometri quadrati di superficie occupata da plastica e altri tipi di rifiuti solidi galleggianti, intrappolati nelle correnti del nord del Pacifico. Esiste un'altra grave macchia, anche se di piccole dimensioni, anche nell'Oceano Atlantico.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Formazione.

Commenti (0)

Scrivi un commento su Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente

Molto utile

Scopri video interessanti
Succo di frutta fatto in casa
Disegna i Manga
Minions
Imparare a farsi il nodo alla cravatta
Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente
Come l'inquinamento dell'acqua danneggia l'ambiente