Condividi
Condividi in:

Differenza tra fiaba e favola

Differenza tra fiaba e favola

Spesso i termini fiaba e favola vengono usati come sinonimi, credendo che si tratti dello stesso genere letterale. Ma i due termini invece hanno caratteristiche ben distite, dalla scelta dei personaggi al loro scopo. Quindi, se credete che le fiabe dei fratelli Grimm, di Italo Calvino e di Carlo Collodi, siano da mettere sotto lo stesso genere delle favole dell'antico Esopo, di Fedro o del francese La Fontaine, è meglio che continuate a leggere questo articolo di UnCome in cui vi spieghiamo la differenza tra fiaba e favola, così da togliervi ogni dubbio.

Potrebbe interessarti anche: Qual è la differenza tra prosa e verso

Fiaba

La fiaba è una storia costruita intorno a fatti reali o immaginari che coinvolgono qualsiasi tipo di personaggio. Ci sono diversi tipi di fiabe come i racconti epici, gli storici, i fantastici e storie di fantasmi, e tante altre. Il fine della fiaba è quello di trasmettere, per via orale, una tradizione, come è il caso delle storie popolari, o semplicemente raccontare una qualsiasi storia. La sua finalità non include necessariamente una morale, come vedremo è il caso della favola, e questa è la differenza più significativa tra i due generi. Le caratteristiche principali delle fiabe sono:

  • Luoghi ed epoca non ben definiti, iniziano sempre con il famoso "C'era una volta..." oppure "In un paese lontano...".
  • Gli avvenimenti sono spesso inverosimili, che accadono per magia, quindi impossibili nella vita reale e quotidiana.
  • Il mondo è sempre diviso in due fazioni, come ad esempio i buoni e i cattivi, e non esiste una via di mezzo.
  • C'è sempre il lieto fine, tranne che nelle fiabe letterarie in cui può esserci un finale tragico, ne è esempio La sirenetta di Andersen.

Favola

Le favole sono dei racconti in cui il ruolo principale è giocato solitamente da animali o piante a cui sono associate alcune caratteristiche umane. Lo scopo di queste storie è di dare una lezione o apprendimento morale e portano a riflettere su un particolare argomento: per questo motivo tutte le fiabe terminano con una morale, che esorta il lettore a pensare e a imparare cose nuove. Questo genere letterario è generalmente rivolto ad un pubblico di bambini, per questo ha un linguaggio semplice e sono dei racconti molto brevi, in genere durano poche righe. La favola può essere in versi o in prosa, a volte la si può confondere con una parabola, ma in quest'ultima non compaiono animali con caratteristiche umane. Tra le favole più celebri possiamo ricordare "La cicala e la formica" e "La volpe e l'uva" del greco Esopo; le "Fabulae" di Fedro.

Se desideri leggere altri articoli simili a Differenza tra fiaba e favola, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Oggetti fatti a mano e tempo libero.

Commenti (0)

Scrivi un commento su Differenza tra fiaba e favola

Ti è piaciuto l'articolo?

Scopri video interessanti
Succo di frutta fatto in casa
Disegna i Manga
Minions
Imparare a farsi il nodo alla cravatta
Differenza tra fiaba e favola
1 di 3
Differenza tra fiaba e favola