Condividi

Quali sono i gatti anallergici

Di Stefania Morese. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Quali sono i gatti anallergici

Fate parte di quei milioni di italiani che soffrono di allergia ai gatti ma siete rimasti affascinati da questi affettuosi animali e ne vorreste adottare uno? Preciso da subito che non esiste in assoluto un gatto totalmente anallergico, ma esistono alcune razze che producono meno la proteina che scatena l'allergia e quindi possono diventare i vostri nuovi animali da compagnia. Scoprite in qusto articolo di UnCome quali sono i gatti anallergici.

Potrebbe interessarti anche: Quali sono i gatti più tranquilli

Come è causata l'allergia al gatto

L'allergia ai gatti è causata da una proteina detta Fel D1, che si trova nell'urina, nella saliva e nel sebo e, visto che i gatti si puliscono in maniera quasi maniacale tutti i giorni, questa proteina viene trasmessa anche al pelo, e di conseguenza si diffonderà per tutta la casa. La produzione di questa proteina è uguale sia in maschi che femmine. Attraverso la sterilizzazione, la formazione del Fel D1 diminuisce ma non abbastanza da far sparire le reazioni allergiche da parte di chi ne soffre. Esistono delle razze di gatti che producono molto poco o quasi non producono affatto la proteina in questione e, per questo, nella gran parte dei casi non causano reazioni allergiche ai soggetti sensibili. Vediamo di seguito quali sono queste razze.

Quali sono i gatti anallergici - Come è causata l'allergia al gatto

Gatto siberiano

Il gatto siberiano produce molta meno proteina Fel D1, a volte quasi non ne produce affatto, e per questo le persone che soffrono di allergia che però adorano i felini possono tentare di possederne uno. Questo adorabile felino è originario del nord della Russia ed è un gatto di taglia grande, può pesare tra i 4Kg e i 10kg. Il siberiano ha il pelo molto lungo, infatti non bisogna sostenere che le persone soffrono di allergia al "pelo del gatto" perchè, come abbiamo visto prima non è così. Quindi non fatevi trarre in inganno dal suo aspetto: pur avendo un bel pelo folto, il gatto siberiano è considerata la razza anallergica per antonomasia. Se volete saperne di più a riguardo di questo micio, leggete il nostro articolo in cui vi dettagliamo com'è un gatto siberiano.

Quali sono i gatti anallergici - Gatto siberiano

Gatto norvegese

Il gatto norvegese delle foreste è originario dei paesi scandinavi. Anche lui, con il suo pelo folto e semi-lungo potrebbe trarre in inganno i mal informati, ma non è così. Come il suo amico gatto siberiano, anche il gatto norvegese produce pochissima proteina Fel D1 e quindi può essere considerato un gatto anallergico. Il suo peso può oscilare tra i 3kg e i 9kg.

Quali sono i gatti anallergici - Gatto norvegese

Qualche precauzione da avere durante l'adozione

Se siete dei soggetti molto allergici e volete adottare una di queste due razze vi consigliamo vivamente di recarvi in un centro di allevamento specializzato per queste razze, in Italia ce ne sono davvero molti. Al momento di vedere i gatti, chiedete sempre il pedegree dell'animale per accertare la purezza della sua razza, purtroppo se il soggetto è un incrocio con qualche altra razza felina, con molte probabilità produrrà più Fel D1 e perciò sarà dannoso nei vostri confronti. Dopo che avete accertato la sua razza, soggiornate per almeno un'ora con il felino al vostro lato o insieme ad altri gatti, prendetelo in braccio e vedete se avete o meno alcuna reazione allergica. Fate anche più di una visita al centro, se siete dei soggetti sensibili è meglio essere sicuri e verificare bene o meno la tolleranza che avete con il micio. Vi raccomandiamo di andare in allevamenti seri, non fidatevi assolutamente delle persone che vi propongono qualsiasi razza senza mostrarvi un pedegree, a prezzi più convenienti di quelli del mercato.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono i gatti anallergici, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Animali domestici.

Scrivi un commento su Quali sono i gatti anallergici

Ti è piaciuto l'articolo?

Quali sono i gatti anallergici
1 di 4
Quali sono i gatti anallergici

Torna su